Hofstätter: dove la tradizione incontra l’innovazione. 

Nel cuore dell’Alto Adige, a Termeno, la famiglia Foradori Hofstätter possiede una delle tenute più grandi del territorio altoatesino, frutto del lavoro di quattro generazioni che con passione hanno dedicato la loro vita al vino.

La diversità dei vigneti della tenuta esprime oggi il meglio della produzione vinicola dell’Alto Adige.

La dimensione e l’estensione ridotta dei vigneti, permettono inoltre, ancora oggi, una viticoltura manuale che si affianca però a tecnologie di avanguardia che hanno reso nel tempo l’intera tenuta un vero e proprio paradiso per gli amanti dell’enologia.

Circa cento anni fa, Josef Hofstätter fondava la casa vinicola intenzionato a coniugare nei suoi vini la sapiente tecnica di cui si avvaleva, la passione, il legame con il territorio e un’importantissima costanza qualitativa che avrebbe tenuto ben salda nel corso delle annate.

La scelta è stata quella di puntare tutto sulla forza espressiva della sua terra, coltivando a seconda dell’esposizione dell’appezzamento, le tipologie vinicole tradizionali del territorio Altotesino.

Sempre con i capisaldi della filosofia vinicola dal fondatore ben impressi, l’azienda vanta oggi una produzione di eccellenza rinnovata e al passo con i tempi grazie all’avanguardistica struttura di cui si compone.

Le innovazioni architettoniche della tenuta rispecchiano oggi infatti il credo di Martin Foradori Hofstätter, secondo il quale l’esistente, che rappresenta la tradizione e la storia, va trattato con rispetto senza togliere però spazio al rinnovo che deve essere preciso, risoluto e sempre adeguato ai tempi.

Una delle principali innovazioni, oltre alle avanguardie tecnologiche di produzione, è la decisione della famiglia di riportare in etichetta la dicitura “Vigna” accompagnata dal nome specifico del territorio di origine delle uve per riconoscerne l’eccellenza produttiva e legare ancora di più il prodotto al territorio.

Solo la denominazione ‘Vigna’ garantisce in Alto Adige la provenienza di un vino da uno specifico vigneto. 

La base dell’assortimento della cantina Hofstätter è composta dai bianchi e rossi classici.

Particolari uve sono poi scelte e riservate alle “Selezioni” e quasi al nucleo di cerchi concentrici che rappresentano la qualità delle produzioni, vi sono le punte di diamante, ovvero i vini nati dai vigneti storici della tenuta, alcuni dei quali vinificati solo in annate favorevoli.

È a questi ultimi, come accennato che è riservato in etichetta il riferimento alla vigna di origine.

 

Nella foto in alto vi riportiamo una selezione delle migliori etichette della cantina, che potrete venire a degustare in Enoteca.

Abbiamo scelto di consigliarvi questa volta unicamente vini da uve di Pinot Nero in una particolare declinazione di annate e produzioni.

MEZCAN PINOT NERO

Il Pinot Nero Mezcan, vinificato in purezza, è un vino di grande tipicità che si adatta ad un consumatore attento che ricerca in un Pinot Nero la morbidezza, la fragranza e l’aroma fruttato tipico.

RISERVA MAZON PINOT NERO

Con il suo colore rubino granato denso e profondo, i profumi tipici di sottobosco si rivela un vino caldo, armonico, coerente e rotondo, fine al palato, ma anche ricco di sfumature.

Raggiunge il suo massimo grado di espressione dopo un paio di anni di permanenza in bottiglia preceduti da un affinamento della durata di un anno in botti di rovere.

BARTHENAU VIGNA SANT’ URBANO

Questo vino è espressione di un Cru prestigioso collocato nel cuore dell’area vocata della Tenuta Barthenau in Mazon, dove una parte delle viti hanno oltre 65 anni di età.

Già il colore rosso rubino svela la concentrazione di questo vino che al primo impatto non sprigiona tutta la potenza del suo bouquet aromatico, ma che in successione libera aromi di amarene, lamponi alternati a delicati sentori di vaniglia.

Al palato, il Vigna Sant’ Urbano, rivela tutta la complessità di un vino che seppure stagionato in botti di rovere bilancia alla perfezione le sue componenti acide, tanniche e aromatiche.

LUDWIG BARTH VON BARTHENAU VIGNA ROCCOLO PINOT NERO

La Vigna Roccolo, insieme alla Vigna S. Urbano, è espressione di un altro Cru prestigioso dei nostri vigneti di proprietà nella zona di Mazon. Questo vigneto, collocato nel cuore di Mazon, già ai tempi dell’allora proprietario Ludwig Barth von Barthenau, era vicino ad un “Roccolo”, antico posto per catturare uccelli, un vigneto coltivato a Pinot Nero. Questo Pinot Nero rispecchia l’enorme potenziale di questo prestigioso Cru, nel quale crescono vigne che in parte hanno 70 anni di età.
Il Vigna Roccolo è un Pinot nero che già dal colore lascia presagire un’enorme concentrazione aromatica. Sarà sufficiente poco tempo nel calice perché questo vino sprigioni la complessità aromatica delle note di amarena e mirtillo rosso alternate a sentori di rovere dovuti alla prolungata maturazione in botte. La degustazione si conclude con un’inaspettata raffinatezza e un tannino lungo, persistente ma mai invasivo.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *